fbpx

Intervista con i Norm Architects

Dopo il grande successo della collezione Stand, i Norm Architects si preparano a lanciare la loro seconda collezione bagno in collaborazione con Ex.t; questa volta la collezione è composta da un sistema consolle personalizzabile e un DayBed, mirando ad un mercato che è sempre più alla ricerca di un arredamento bagno funzionale e versatile.

Parliamo di questa nuova collezione bagno, avete creato due nuovi prodotti: la consolle Frame e il Rest DayBed, come è nata l’idea dei prodotti e qual è stato il risultato finale?

Per ideare Frame, ci siamo ispirati alle soluzioni fai-da-te per consolle trovate in alcuni alberghi, dove spesso soggiorniamo. Abbiamo sempre amato le consolle semplici ma allo stesso contemporanee con tubature in ottone, lavabo in metallo e top in marmo con uno stile leggero e arioso, che difficilmente si riesce a trovare nella stanza da bagno, spesso dominata da elementi pesanti e ampi. Con questa idea in mente, abbiamo progettato una versione estremamente minimalista di un sistema di consolle a parete. Il risultato finale è un oggetto di design geometrico e raffinato, formato da una griglia in metallo e moduli componibili. I materiali usati sono stati l’acciaio, la pietra e il legno, nel rispetto della tradizione nordica. Il sistema Frame si sviluppa attorno a varie griglie geometriche in acciaio nero, che hanno uno scopo funzionale. La struttura in acciaio è una scultura in metallo dove appoggiare il lavabo, mentre all’interno della griglia è possibile inserire il modulo contenitore per riporre gli oggetti.

Invece come è nata l’idea del Rest Daybed?

In linea con la tendenza del momento che vuole il bagno sempre più living space, abbiamo creato un arredamento versatile pensato appositamente per questo nuovo modo di concepire la stanza da bagno come “luogo di piacere.” Partendo dai pouf, daybed e sedute che si trovano nei camerini e guardaroba, abbiamo creato un oggetto di design dinamico che potesse essere usato in bagno come in qualsiasi altra stanza della casa. La nostra fonte di ispirazione è stato l’arredamento danese in legno della metà del secolo. Partendo dalla tradizionale struttura a 6 gambe del daybed, abbiamo lavorato sui materiali aggiungendo dei tubi in metallo che richiamano l’estetica Bauhaus e la produzione industriale, dei piccoli dettagli in ottone e dei cuscini in eco-pelle.

Questa è la seconda collaborazione con Ex.t, come è stato lavorare con il brand per un periodo così lungo? La filosofia di Ex.t incontra la vostra visione?

Ex.t è il partner perfetto per molti motivi. Nell’approccio al design, il brand sembra essere molto più scandinavo della maggior parte dei brand italiani che conosciamo: condividiamo lo stesso amore per gli oggetti semplici, eleganti e versatili, destinati a durare nel tempo a scapito delle mode passeggere. Fino ad oggi ci siamo sempre focalizzati sulla qualità e la durevolezza di un prodotto in qualsiasi ambito del nostro lavoro, che sia design, architettura o fotografia, in linea con la tradizione scandinava che ha le sue radici nell’artigianato. Per noi così come per voi, il valore di un prodotto “senza tempo” non riguarda solo la qualità dei materiali o del processo di lavorazione artigianale, ma anche la durevolezza estetica, ovvero la capacità di durare nel tempo sia per funzionalità che per estetica. Le nostre visioni – quella dei Norm Architects e di Ex.t – del design si sono scoperte naturalmente affini…  Ultimo ma non meno importante: siamo rimasti affascinati dal vostro modo di lavorare a stretto contatto con gli artigiani locali e seguire passo per passo e nei minimi dettagli il processo di produzione, crediamo sia fantastico!

Il bagno è sempre più concepito come living space, qual è la vostra idea a riguardo?

Lavorando come architetti ci viene spesso chiesto di inserire prodotti per il bagno sia per case private che per progetti commerciali. Rispetto agli anni precedenti abbiamo notato un incremento della stanza da bagno come living space. I bagni sono diventati più grandi e le persone hanno iniziato a viverli e quindi a progettarli come ambienti a 360 gradi, non solo per l’igiene personale ma anche per il piacere. Questa tendenza è iniziata con gli alberghi di lusso dove la stanza da bagno è stata inclusa direttamente nella camera da letto, nel rispetto di una architettura comune. Crediamo fortemente che questa richiesta del mercato continuerà a crescere con gli anni e la collaborazione con Ex.t, che si focalizza proprio su questo trend, è la risposta perfetta.

La collezione verrà presentata al Salone del Mobile nel padiglione destinato al bagno. Come vi sentite? 

Siamo molto entusiasti di presentare questa collezione a Milano. Il Salone del Mobile è la più importante fiera del settore. Partecipiamo a numerose manifestazioni in tutto il mondo come Copenhagen, Stoccolma, Colonia, Kortriijk, Parigi, Londra e New York ma nessuna batte Milano come palcoscenico per mostrare il proprio lavoro e incontrare gli addetti del settore. Oltretutto Milano è anche il primo luogo che ci permette di riscaldarci al sole dopo il freddo inverno scandinavo. Amiamo Milano!